LA STORIA

Il Castello si trova nel cuore di Cividale del Friuli, straordinaria cornice di testimonianze storico artistiche, prezioso scrigno della cultura medievale e importante location per manifestazioni di caratura internazionale. Cividale del Friuli, capitale dei vini DOC “Colli Orientali del Friuli”, rappresenta inoltre la meta ideale per tutti coloro che amano il turismo enogastronomico.

mapa cividale

Come arrivare a Cividale del Friuli

IN AUTOMOBILE 

  • Autovie Venete S.p.A. 
  • Autostrada A23 – Udine 
  • Statale 54 (Udine – Cividale) 
  • da Udine Km 23 
  • da Gorizia Km 30 
  • da Trieste Km 65 
  • da Venezia Km 110

IN AUTOBUS

  • dall’aeroporto Ronchi dei Legionari a Udine:APT GORIZIA 
  • da Udine:S.A.F.

IN TRENO 

  • Ferrovia Udine – Cividale
  • Ferrovie dello Stato

IN AEREO 

  • Aeroporto Ronchi dei Legionari (Trieste)
  • Aeroporto Marco Polo di Venezia
5

Il Castello Canussio, situato nell’area settentrionale della città, oggi restituito al suo antico splendore, è di estrema importanza per la ricostruzione storica dell’intero circuito murario di Forum Iulii, fondata intorno alla meta del I secolo a.C.da Giulio Cesare che l’aveva scelta per la sua interessante posizione geografica, al centro di un importante crocevia. Questo edificio, considerato il più ampio complesso architettonico di epoca tardo antica appartenne, dal XII secolo fino al XIX secolo, alla famiglia Canussio che ne cedette la proprietà per poi riacquistarla cento anni dopo. Gli scavi archeologici, qui effettuati a più riprese,tra il 1991 e il 2000, su iniziativa della famiglia Canussio e sotto la direzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia, portarono alla luce,intatta, la successione edilizia delle mura romane, erette a difesa della città, per una estensione di circa 60 metri, visibili nelle stanze interne del castello attraverso lastre di vetro posizionate sul pavimento e nel

bifora S. Valentino

giardino esterno. La prima e più antica cortina muraria è quella più interna con una torre quadrangolare, che recenti studi attribuiscono all’età tardo-repubblicana (I secolo a.C.). Per il successivo potenziamento delle mura, con l’aggiunta di due torri poligonali (quella occidentale visibile nel giardino, quella orientale, avente al centro un pozzo cisterna utilizzato fino in epoca recente, si trova all’interno dell’edificio), si propone la datazione all’avanzato V secolo o all’età gotica, quando Cividale acquistò un rinnovato ruolo strategico che la portò a divenire quel caput Venetiae (cioè capitale della X Regio Venetia et Histria), ricordato da Paolo Diacono. Le indagini archeologiche hanno restituito anche una grande quantità di reperti (ceramiche, vetri e metalli) di epoca romana e rinascimentale, depositati presso il Museo Archeologico Nazionale di Cividale; con buona parte di questo materiale, circa 500 manufatti, è stata allestita una mostra didattica nelle sale del museo cittadino.

0033_image0032_33

Il Castello è oggi sede della prestigiosa Fondazione Niccolò Canussio, un Istituto scientifico di Ricerca sul mondo antico di respiro internazionale, dedicato a “Niccolò Canussio”, umanista E storico cividalese di prima grandezza nel panorama friulano del 1400. Autore del “De Restitutione Patriae”, volle, con quest’opera, difendere la millenaria memoria storica della città di Cividale che la portò ad essere una delle primissime sedi universitarie in Italia..

PER SAPERNE DI PIÙ:
Per uno studio più approfondito su Castello Canussio si rimanda alla versione elettronica dell’opuscolo a cura di Maria Visintini: IL PALAZZO CANUSSIO: UN MONUMENTO STORICO ARTISTICO DA VISITARE